Onda verde, la svolta green della bellezza

I marchi della bellezza si impegnano sul sociale, e lo fanno con una svolta green che abbraccia ogni loro aspetto, rispondendo ai bisogni improrogabili del pianeta, così come alle richieste del consumatore: trasparenza e autenticità

Sono sempre più numerosi i beauty brand che hanno deciso di rivoluzionare il proprio approccio in un’ottica green. Dalle formulazioni naturali e minimal, alle filiere etiche, che forniscono gli ingredienti nel rispetto delle popolazioni autoctone, dalle lavorazioni che tutelano l’ambiente e le materie prime, al packaging eco-concepito e ricaricabile, fino al sostegno a iniziative di salvaguardia ambientale: la bellezza scende in campo per rendere migliore il pianeta, e chi lo abita. E tutto si dipinge di verde.

 

 Formule green o minimal

 

Drunk Elephant

 

Arriva in Italia e si fa apprezzare per le sue formulazioni “less is more”. La sua fondatrice Tiffany Masterson ha individuato sei ingredienti sospetti di causare irritazioni e alterazioni delle normali funzionalità della pelle. Una volta eliminati, la sua pelle è tornata a splendere. Ha deciso quindi che i Suspicious 6 sarebbero stati banditi dalla sua linea, che prevede formulazioni minimal ed essenziali, con soli ingredienti, naturali e sintetici, utili e indispensabili.

Da provare: Drunk Elephant Protini Powerpeptide Resurf Serum (€ 79) – è il siero giorno e notte che concentra 11 peptidi e il 10% di acido lattico, per rinforzare la pelle e rimpolparla, intervenendo sull’incarnato per migliorarne luminosità e texture.

 

Sephora Collection Good for

 

 

È la linea green e sostenibile che rappresenta l’impegno di Sephora verso una bellezza inclusiva, innovativa e trasparente. La sue formule contengono almeno il 90% di ingredienti di origine naturale. L’obiettivo entro il 2025 è di eliminare completamente l’uso della plastica nei packaging, prediligendo quella riciclata.

Da provare: Sephora Collection Sérum Ciblage Taches (€ 19,99) – combina due ingredienti di origine naturale, il kombucha, derivante dalla fermentazione del tè nero, e gli enzimi della papaya, per contrastare l’aspetto delle macchie scure e risvegliare la luminosità della pelle.

 

Innisfree

Gli ingredienti dei prodotti Innisfree sono coltivati e raccolti con attenzione e rispetto nell’isola vulcanica di Jeju in Corea del Sud. Le sue formule, naturalmente potenti ed efficaci, non contengono sostanze chimiche dannose e conservanti.

Da provare: Innisfree Intensive Hydrating Serum (€ 28) – con acqua fresca di tè verde e olio di semi di tè verde, contiene 16 minerali e aminoacidi per apportare idratazione e luminosità alla pelle spenta e disidratata.

 

Packaging sostenibili con refill

Susanne Kaufmann

I flaconi in vetro dei suoi prodotti best seller prolungano il loro ciclo di vita, grazie alle ricariche con cui riempirli quando si esauriscono. Il pack dei refill è interamente riciclabile. Così facendo, non si producono ogni volta rifiuti superflui.

Da provare: Susanne Kaufmann Shower/Shampoo (€ 50, refill) – con ingredienti naturali biodegradabili e non irritanti per la pelle.

 

Mugler

Basta recarsi nei punti vendita con il proprio flacone di Angel, Alien o Aura, e ricaricarlo direttamente dalle Fontaine. Si tratta di una tradizione che per Mugler va avanti dal 1992, e che di recente è stata reinventata seguendo un cammino eco-concepito ancora più responsabile e dall’impatto inferiore.

Da provare: Mugler Alien Eau de parfum (€ 75,90, 30 ml ricaricabile) – la fragranza originaria è un must grazie alla sua esplosione di ambra bianca e legno di cashmeran, con maestoso gelsomino sambac.

Filiere etiche e sostenibili

Givenchy

Segue una politica di responsabilità sociale e ambientale, che si concretizza con la scelta di una filiera etica per rifornirsi delle materie prime che compongono i suoi profumi. Succede con la fragranza L’Interdit Édition Millésime, per la quale il brand riceve i fiori d’arancio da una filiera sostenibile esclusiva dall’Egitto. Attraverso questa scelta, Givenchy aiuta a garantire condizioni di lavoro rispettose delle donne e degli uomini che partecipano alla coltivazione e alla raccolta dei fiori.

Da provare: Givenchy L’Interdit Édition Millésime (€ 95) – il fiore d’arancia risoluto esalta il bouquet di fiori bianchi. I sentori sono mielosi e ricchi, con la freschezza dello zenzero e la personalità dell’arancia amara.

 

Chanel

Coltiva la bellezza nel rispetto della natura, attraverso la cura delle materie prime nei loro ecosistemi d’origine nelle migliori condizioni. E così dalle Alpi arrivano le camelie, l’anthyllis e il solidago, unendo tradizione ed expertise, collaborando a stretto contatto con i coltivatori locali fornitori. Dal Madagascar giunge la vaniglia, in una filiera vegetale in continua evoluzione e sviluppo. E poi il Costa Rica, da cui la Maison ricava il caffè verde in partnership con una cooperativa agricola locale, con cui ha lanciato un progetto di agroecologia, che segue tecniche di coltivazione che affrontano le problematiche specifiche territoriali, come l’erosione del suolo o l’approvvigionamento idrico, per preservare l’ambiente.

Da provare: Chanel Hydra Beauty Camellia Repair Mask (€ 60) – la maschera-balsamo idratante e riparatrice contiene una cera di camelia nutriente che aiuta l’epidermide stressata e disidratata a rigenerarsi.

 

Clarins

Con il suo Domaine Clarins, ha dato vita a un luogo unico di tutela della biodiversità. Tra le Alpi francesi viene salvaguardata la natura, e coltivate le specie vegetali che entrano a far parte delle formulazioni del marchio, praticando tipi di coltura rispettosi del suolo e della microfauna, come ad esempio l’aratura con cavalli.

Da provare: Clarins Addition Concentré Èclat Visage (€ 29) – la sua formulazione contiene il 99% di ingredienti di origine naturale, tra cui aloe vera. Le gocce si mixano al trattamento viso per un effetto abbronzatura dorato e luminoso.

 

Rispetto per la natura e iniziative per l’ambiente

 

Acqua di Parma

L’amore per le materie prime naturali caratterizza la linea Blu Mediterraneo. Nella nuova creazione olfattiva dedicata al bergamotto viene utilizza una tecnica d’estrazione antica e artigianale: la spugnatura. Per ottenere il prezioso olio essenziale, le scorze del bergamotto vengono sfregate a mano con una spugna di mare, che si impregna di tutta l’essenza, per poi rilasciarla in un vaso di terracotta. Sono necessari 200 kg di frutti per ottenerne 4 di olio essenziale. Tutto a mano.

Da provare: Acqua di Parma Blu Mediterraneo Bergamotto di Calabria La Spugnatura (da € 55) – nella versione con flacone in porcellana ricaricabile, lavorato artigianalmente secondo i principi di economia circolare, improntata al riutilizzo dell’acqua e dei materiali di scarto.

 

Yves Rocher

La missione della Fondazione Yves Rocher è di restituire alla natura ciò che ci ha donato. E per farlo bisogna piantare alberi in tutto il mondo. Grazie al suo impegno, è riuscita a piantarne un numero incredibile: 100 milioni in 35 paesi. È attraverso la riforestazione che si compie uno dei gesti più importante per salvare il pianeta.

Da provare: Yves Rocher Gel Doccia Concentrato alla Vaniglia (€ 3,95) – il piccolo formato da 100 ml consente di fare 40 docce, come se fosse un flacone da 400 ml. In questo modo contiene metà plastica e occupa un quinto di spazio nel trasporto.

 

Guerlain

Tra le varie iniziative del brand, sempre più green e impegnato, emerge la mission volta a tutelare una specie animale essenziale per la vita dell’uomo e della Terra: le api. È dal lavoro di queste piccole creature instancabili che dipende l’impollinazione, indispensabile per la vita stessa. La Maison tutela le api attraverso diverse iniziative che si sono susseguite negli anni. La più recente la vede affianco all’UNESCO e ad Angelina Jolie, come madrina d’eccezione. Il progetto dà vita a un programma imprenditoriale “ Women for Bees”, con l’obiettivo entro il 2025 di costruire 2500 alveari e di insegnare a 50 donne come prendersene cura, aiutandole a crearsi una nuova professione.

Da provare: Guerlain Abeille Royale Eye R Repair Serum (€ 105) – contiene il 94% di ingredienti naturali e il prezioso miele, dalle proprietà riparatrici, di ape nera dell’isola di Ouessant, che Guerlain tutela e protegge, sensibilizzando sull’importanza di questi animali per la biodiversità.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
No Comments Yet

Comments are closed

Mostra social
Nascondi social
×
Newsletter

Iscriviti alla newsletter

×
Newsletter

Iscriviti alla newsletter