Welcome Sun! Ma attenzione alle scottature, i tips per evitarle e rimediarvi

Finalmente il sole, quello caldo e ‘focoso’ che da energia, ma promette anche la prima scottatura appena ci si distrae dalla crema protettiva.

Anche una devozione  meticolosa  al proprio SPF non rende totalmente immune ai raggi nocivi del sole che possono avere oltre ad un effetto doloroso e di bruciore sulla pelle, un effetto molto più nocivo e causare danni anche a lunga durata come macchie e rughe e  aumentare il rischio di sviluppare melanomi. Quindi, abbiamo predisposto una serie di accorgimenti per evitare o alleviare la temuta scottatura.

Purtroppo il  necessario accorgimento di usare una crema ad alto fattore protettivo 30-50 spf e oltre, soprattutto nei primi giorni di esposizione, non sempre previene, ci saranno talvolta brandelli anche piccoli di pelle dove non è arrivata o giorni in cui si è esposti al sole inavvertitamente.

Corriamo ai ripari:

1. Idratare e rinfrescare 

Quando si subisce una scottatura solare, la luce UV provoca un’infiammazione della pelle , è importante allora subito  idratare la pelle  il più rapidamente possibile. Il modo  per farlo è dall’esterno all’interno e viceversa.  L’idratazione dall’interno verso l’esterno può aiutare a curare le scottature. Bere moltissima  acqua fredda.  Altro rimedio sarà  trattare la scottatura solare riducendo l’infiammazione dall’interno  con  una pillola antinfiammatoria da banco che può aiutare a ridurre il gonfiore e il rossore, oltre a aiutarti ad affrontare qualsiasi dolore.

2. Diminuire il gonfiore con idratazione esterna

Un rimedio prodigioso è racchiuso nella pianta di  aloe vera, l’Aloe diluito dalla pianta stessa ha un’efficacia immediata. Tuttavia, se non hai una pianta di Aloe a portata di mano, un gel di aloe  reperibile in farmacia sarà sufficiente, ma assicurati che sia il più naturale possibile. Anche un bagno o una doccia con acqua fredda, o impacchi di ghiaccio sulla zona, aiuterà a prevenire la formazione di vesciche e l’indurimento della pelle e aiuterà a raffreddare la pelle, ma fai attenzione quando lo fai, è importante non strofinare la pelle. Infine un bagno con alcune tazze di latte diluite  apporterà benefici per le proteine  e i grassi contenuti nel latte.

3. Proteggi eventuali vesciche

Se le vesciche si sono formate e  bruciano  è importante evitarne la rottura . Lasciarle intatte e non romperle, farà si che  l’ustione guarirà più rapidamente, e ridurrà anche il rischio di contrarre infezioni.

4. Combatti i danni duraturi dei radicali liberi

Mentre un’ustione guarirà entro pochi giorni, il danno dei radicali liberi causato dai raggi UV è per sempre. La luce UV promuove la produzione di radicali liberi, che danneggiano il collagene e l’elastina, oltre a danneggiare il DNA delle cellule della pelle. Questo danno è ciò che causa gli effetti dell’invecchiamento precoce e aumenta il rischio di cancro della pelle.

L’applicazione di un siero di vitamina C può aiutare.  Gli antiossidanti possono aiutare a ridurre al minimo gli effetti nocivi. SkinCeuticals CE Ferulic, , è uno dei preferiti dai dermatologi e da Reve

5. Prevenire ulteriori danni del sole

Il miglior trattamento è la prevenzione, soprattutto quando la pelle è ustionata è estremamente importante proteggerla da un’ulteriore esposizione al sole. Rimani all’ombra , indossa indumenti protettivi SPF e, naturalmente, indossa la crema solare. Utilizzare una porzione delle dimensioni di un bicchierino di almeno SPF 30 e riapplicare ogni due ore.  E non uscire di casa senza il tuo SPF.

Print Friendly, PDF & Email
No Comments Yet

Comments are closed

Mostra social
Nascondi social
×
Newsletter

Iscriviti alla newsletter

×
Newsletter

Iscriviti alla newsletter